NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Questo sito utilizza cookie per fornirti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

FONDAZIONE RAVA – N.P.H. Italia

La dott.ssa Magnani, neonatologa e presidente della onlus Progetto Pulcino, tramite la Fondazione Rava , ha trascorso nel marzo 2010 un periodo di volontariato ad Haiti presso l’Ospedale pediatrico S.Damien, in occasione del devastante sisma che ha colpito l’isola. In seguito a questa esperienza è stato avviato da Progetto Pulcino un progetto di adozione a distanza di due piccoli orfani e di sostegno ad altri 8 bambini attraverso le “Scuole di Strada”.

La Fondazione Francesca Rava rappresenta in Italia N.P.H. (Nuestros Pequenos Hermanos) organizzazione umanitaria internazionale fondata nel 1954 da Padre Wasson. Da 60 anni N.P.H. salva ed accoglie migliaia di bambini orfani, abbandonati o in disperato bisogno nelle sue Case orfanotrofio e ospedali in 9 paesi dell’America Latina: in Haiti, Repubblica Domenicana, Honduras, Guatemala, Messico, El Salvador, Nicaragua, Bolivia e Perù. 
Nel 1988 Padre Wasson fondò Nuestros Pequenos Hermanos N.P.H. ad Haiti che consta di tre distinte strutture principali: una Casa orfanotrofio, l’Ospedale pediatrico Saint Damien , unico ospedale pediatrico in Haiti, luogo di salvezza per 80.000 bambini ogni anno e centro di formazione per medici ed infermieri, e il Centro di riabilitazione per bimbi con handicap psico-fisici, la Casa dei Piccoli Angeli.

ADOZIONE A DISTANZA
Le Case orfanotrofio sono organizzate come un villaggio in miniatura dove si cerca di ricreare l’ambiente di una vera famiglia: ci sono numerose casette dove i bimbi a gruppi per età e sesso mangiano e dormono, la scuola , aperta anche ai bimbi poveri dei dintorni, la clinica medica, la cappella, la fattoria e le coltivazioni per l’autosostentamento, un campo da calcio e un’area da gioco. Al mattino i bambini frequentano la scuola, nel pomeriggio studiano, giocano e fanno piccoli lavori in cucina, nei campi, nella fattoria. A tutti i ragazzi al termine degli studi superiori è richiesto un anno di servizio presso la Casa : un modo per contraccambiare il sostegno ricevuto continuando ad aiutare i propri “fratellini”.

SCUOLE  DI STRADA
In Haiti 1 bambino su 2 non ha accesso alla scuola primaria e 1 ragazzo su 3 è completamente analfabeta.  NPH ha quindi organizzato nel tempo Scuole di Strada per i bambini che appartengono a famiglie troppo povere per far loro frequentare la scuola, per dar loro da mangiare, per curarli se malati.
Le prime Scuole di Strada sono nate in baracche analoghe a quelle in cui vive la popolazione degli slums. Hanno rappresentato da subito un’ancora di salvezza in cui i bambini hanno potuto trascorrere gran parte della giornata lontano dai pericoli, monitorati dai maestri e seguendo un vero e proprio programma scolastico, per costruire il loro futuro. Attualmente assicurano in Haiti ogni giorno a oltre 10.000 bambini/ragazzi tra i 2 e i 16 anni un pasto caldo, spesso l’unico della giornata, vaccinazioni e cure mediche, una divisa pulita, libri, matite, quaderni e istruzione , trasmettendo loro valori ed esperienze positive, fiducia in se stessi e nel mondo che li circonda. Ogni settimana, inoltre, agli alunni sono consegnati pasta e generi alimentari per aiutare anche i familiari.
Attualmente sono attive 32 Scuole di Strada, la maggior parte delle quali in muratura. Alcuni prefabbricati sono stati inviati dall’Italia. Ogni scuola comprende più aule arredate con lunghi banchi che possono accogliere fino a 5 bambini e una grande lavagna. Gli insegnanti sono circa 300 e di questi quasi il 50% sono ex ragazzi di strada cresciuti nell’orfanotrofio N.P.H. di Haiti: in questo modo trovano un’occupazione che permette loro di sopravvivere.

 

 
Copyright (c) Progetto Pulcino 2014. All rights reserved.